Cerca
Close this search box.

Tutela del Credito

Tutela e recupero di crediti per privati, imprese e istituti bancari

Una strategia collaudata e orientata al risultato

Lo Studio Legale C&M si occupa di tutelare e recuperare i crediti insoluti di privati, società e banche adottando per ciascuno di questi soggetti strategie mirate ed orientate ad ottenere il miglior risultato nel minor tempo possibile.

Gli Avvocati dello Studio vantano una pluriennale esperienza maturata prestando la propria attività in favore di importanti banche e servicer NPL nazionali e internazionali. 

Oltre alla tradizionale attività di recupero, lo Studio si occupa di tutelare i crediti del Cliente ponendo in essere le necessarie strategie di salvaguardia del credito quali sequestri, azioni revocatorie e iscrizioni di ipoteca.

Ogni attività di recupero giudiziale viene posta in essere a seguito di un’adeguata indagine patrimoniale al fine di verificare le effettive e concrete possibilità di recupero.

Proteggi i tuoi crediti prima di recuperarli

Poniamo in essere ogni azione opportuna per proteggere il tuo diritto di credito, ancora prima di agire per il recupero.

Azioni revocatorie

Se il debitore compie atti di disposizione cedendo a terzi i propri beni (per mezzo di vendita o donazione) riducendo così il proprio patrimonio, con l’azione revocatoria è possibile ottenere la dichiarazione di inefficacia di tali atti. In questo modo, nel caso in cui si rendesse necessario agire per il recupero del credito, sarà possibile agire su tali beni anche se il debitore li ha donati o venduti a terzi.

Sequestri conservativi

Nei casi in cui vi sia il rischio e il fondato timore di perdere la garanzia del proprio credito, è possibile chiedere in via preventiva e cautelare il sequestro conservativo sia di beni mobili, sia di beni immobili del debitore. Il sequestro conservativo può essere successivamente convertito in pignoramento, ottenendo così il recupero del proprio credito.

Iscrizioni ipotecarie

Se il credito deriva da un titolo esecutivo (ad esempio una sentenza di condanna al pagamento di un danno, seppure da liquidarsi in separato giudizio) è possibile iscrivere ipoteca sui beni del debitore al fine di tutelare il proprio diritto di credito, anche se non ancora liquidato. La medesima procedura può essere eseguita per qualsiasi titolo giudiziale, ad esempio un decreto ingiuntivo.

Recupera i tuoi crediti all'estero

Lo Studio Legale C&M si occupa di recupero crediti all’estero secondo le procedure previste dal diritto comunitario (per quanto riguarda i crediti verso soggetti residenti o con sede nell’Unione Europea) o secondo la disciplina del diritto internazionale.

Il Regolamento (CE) n. 1896/2006 consente al creditore di ricorrere al procedimento di ingiunzione europeo per il pagamento di crediti non contestati. Ciò permette di semplificare e ridurre i tempi di recupero dei crediti che riguardano i paesi dell’UE. Inoltre, consente di ottenere un titolo esecutivo valido in tutto il territorio dell’Unione. Infatti, le ingiunzioni di pagamento europee sono riconosciute e rese esecutive in tutti i paesi dell’UE. La procedura può essere esperita per tutti i paesi dell’UE tranne la Danimarca.

Il recupero di crediti vantati nei confronti di soggetti residenti o con sede al di fuori del territorio europeo richiede invece strategie del tutto differenti, in base alla natura del credito e del paese del debitore. Per stabilire il paese competente per l’azione giudiziaria è necessario esaminare gli accordi contrattuali stipulati tra le parti e le leggi di diritto internazionale privato.

Istanza art. 492-bis c.p.c.

Istanza di accesso alla banca dati dell'Agenzia delle Entrate

Il Decreto Legge n. 132/2014 ha riconosciuto al creditore la possibilità di richiedere al Tribunale l’autorizzazione ad accedere agli archivi dell’Agenzia delle Entrate al fine di individuare i beni del debitore come risultanti dalle informazioni in possesso dell’Agenzia. La procedura consente di rintracciare, ad esempio, conti correnti intestati al debitore secondo i dati forniti regolarmente dalle banche.

Per poter essere autorizzati ad accedere a tali informazioni è necessario essere in possesso di un titolo esecutivo (decreto ingiuntivo, sentenza di condanna, cambiale o assegno).

Il Tribunale rilascia l’autorizzazione in circa 30 giorni.

Agenzia o Studio Legale?

Scopri le differenze tra l’attività che può porre in essere uno Studio Legale rispetto ad un’agenzia di recupero crediti.

Attività

Agenzia

Studio Legale