Cerca
Close this search box.

Rimborsi e restituzioni

Indice

Il diritto di rimborso

L’art. 192 del Codice Civile disciplina innanzitutto il diritto al rimborso di quanto l’altro coniuge abbia abusivamente prelevato. Lo scioglimento della comunione comporta infatti l’obbligo nei confronti del coniuge che abbia prelevato somme dalla comunione per scopi personali di restituire tali somme e di corrispondere il valore dei beni alienati senza il consenso dell’altro coniuge, calcolato al momento dello scioglimento della comunione. L’obbligo di rimborso concerne soltanto beni relativi alla comunione immediata poiché i beni appartenenti alla comunione de residuo soltanto al momento dello scioglimento della comunione divengono parte del patrimonio comune.

È altresì previsto il diritto alla restituzione di quanto prelevato dal proprio patrimonio personale a vantaggio del patrimonio comune. Vi si ricomprendono le somme impiegate per la manutenzione ordinaria e straordinaria dei beni comuni (spese necessarie) e le somme utilizzate per il miglioramento o l’accrescimento dei beni comuni (investimenti obiettivamente utili).